fb Fattoria Villa Pomona - Castellina in Chianti, Siena

Fattoria Villa Pomona - Castellina in Chianti, Siena

Il nucleo originale della fattoria, risale alla seconda metà del XVIII secolo ed era denominata Fattoria Ricceri dal nome dei proprietari. A quel tempo vi si trovava un’importante fornace che produceva laterizi in cotto, conche, vasi e ziri per l’olio. Fu acquistata dal nostro avo Bandino Bandini, nel 1899, che vi avviò una fiorente attività agricola, volta alla produzione di olio e vino, già allora venduto nei ristoranti senesi. Per sottolineare il rigoglio dell’azienda, volle ribattezzarla “POMONA“.

Grazie all’attività della fornace, fu possibile espandere notevolmente la superficie dei fabbricati, con ampie cantine, ed un frantoio autonomo, dove si frangevano olive prodotte a Pomona e nelle fattorie vicine.
Con la fine della mezzadria, l'azienda ha avuto un periodo di inattività fino a quando il nipote di Bandino, Enzo Raspi ha iniziato un lungo lavoro di recupero, portato oggi avanti dalla moglie e dalla figlia Monica.

Pomona, è una tradizionale fattoria posta nel cuore del Chianti senese. Nel corso del tempo ha mantenuto la sua struttura originaria, con la villa padronale, le case coloniche, i magazzini le cantine.
La fattoria è circondata da un equilibrato alternarsi di boschi, pascoli vigneti ed uliveti, dettato in origine dalle necessità dell’autosufficienza.

Oggi la fattoria, continua la tradizione familiare di produzione di vino e olio, a cui è stata affiancata una piccola attività di agriturismo, nei locali dell’ antica villa padronale.

I terreni dell’azienda si trovano alla confluenza dei Comuni di Castellina in Chianti e Castelnuovo Berardenga. I 5 ettari di vigneti sono situati nelle immediate vicinanze della fattoria, ad una altezza di circa 350m s.l.m. con esposizione sud/sud-est, su un terreno collinare a composizione calcareo marnoso, a prevalenza alberese.

La conduzione dei vigneti è finalizzata ad una gestione equilibrata del terreno e ad uno sviluppo armonico della pianta reso anche possibile da interventi antiparassitari e concimazioni a basso impatto ambientale, secondo il regolamento CEE 2092/91 che disciplina in materia di agricoltura biologica.

I vitigni sono per oltre il 90% costuiti da Sangiovese, con una piccola quota di Colorino e Cabernet Sauvugnon.

I vigneti hanno un’età compresa tra i 5 e i 25 anni con sesto di impianto di 3000 ceppi per ettaro nelle vigne più vecchie, e di 5000 in quelle più giovani allevati a Guyot o a cordone speronato.
Otteniamo uve di qualità mediante potature invernali che garantiscano 8 gemme per ceppo, cura della parte aerea mediante sfemminellatura e cimatura, diradamento e selezione dei grappoli all’invaiatura e infine defogliatura manuale in pre-vendemmia per una ottimale maturazione delle uve.
La produzione media per ceppo si aggira intorno ai 2 kg.

Le olivete dell’azienda mantengono un impianto tradizionale a bassa densità, con inerbimento spontaneo. L’ambiente naturale favorevole, e la scarsa presenza di patogeni quali la mosca olearia (Dacus oleae), ci permette di evitare qualsiasi tipo di trattamento.

La varietà più rappresentata è il Frantoio, e in minor misura Pendolino, Moraiolo e Leccino.

Le olive vengono raccolte a mano con un grado di maturazione non troppo avanzata e avviate alla frangitura nel più breve tempo possibile. La spremitura a freddo, permette di ottenere un olio dalle elevate qualità organolettiche.

 

× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto