La Salceta - Loro Ciuffenna, Arezzo

TRADIZIONE & INNOVAZIONE

La Toscana è terra di storia e tradizioni, con paesaggi unici, colline e balze argillose, ampie distese di vigneti ed oliveti che si alternano a piccoli borghi e caratteristiche case coloniche in pietra.
In questo triangolo, tra Firenze, Siena e Arezzo, delimitato dai rilievi montuosi del Pratomagno e dai monti del Chianti, troviamo il Vald’Arno, un territorio a prevalenza argillosa, riconosciuto come zona di eccellenza già nel 1716 con il Bando di Cosimo III de’ Medici.
La Salceta si trova lungo la via dei Setteponti, tra il torrente Agna, vicino al borgo di San Giustino, e l’antica strada etrusca e romana CassiaVetus.
Fin dalla fondazione l’azienda è stata condotta in osservanza delle regole della coltivazione biologica, utilizzando le più moderne conoscenze e tecnologie per l’arricchimento del terreno e l’autodifesa delle nostre viti e alberi di olivo. Lavoriamo nel più completo rispetto del suolo, che è sempre protetto da uno strato di erbe, sia selezionate che spontanee, che fanno da filtro protettore dalla forza disseccante del sole e da quella compattante ed erosiva della pioggia e del vento e contemporaneamente potenziano l’attività degli organismi naturalmente presenti nella terra.
Conosciuta per il grande impegno sul territorio, la Salceta è tra i promotori della Denominazione d’Origine Vald’Arno di Sopra DOC, che ha l’obiettivo di tutelare e promuovere i vini e la viticoltura di qualità del Vald’Arno.

LA VIGNA E LA CANTINA

La Salceta è l’interpretazione di Ettore Ciancico del territtorio e della viticoltura in Valdarno. Una visione che nasce da esperienze diverse e precedenti, con una complessità di formazione che ha determinato un progetto e una vision molto specifica e determinata. Diversità, Integrità, Comunità le parole chiave. Dall’inizio la scelta della coltivazione biologica, dell’uso delle erbe come naturale integrazione e protezione.
Una gestione delle vigne per proteggere i ceppi e per ottenere i particolari risultati nelle uve, che poi, perfette, saranno il cardine del lavoro in cantina.
Un lavoro in cantina con protocolli che hanno come obiettivo vini profumati, freschi, di grande impatto, espressione del territorio. Una piccola winery, particolarmente nel Vecchio Mondo e ancora di più in Toscana, non può che essere strettamente collegata ed espressione del territorio e della territorialità. Sulla base di questi principi e della passione che abbiamo, le nostre uve sono caratterizzate da una buona concentrazione e da tannini tipici, completamente libere da residui chimici e, cosa più importante di tutte, espressione del terroir. Produciamo vini particolari, biologici, con basso livello di solfiti. Perchè i nostri vini nascono in vigna e trovano in cantina la loro migliore espressione

Tre le vigne della Salceta

Vigna Ruschieto, 1 ettaro, impiantata nel 2006/7, 5000 piante ettaro, produzione di 30-40 Hl/ettaro, esposta a sud/sudest, terreno argilloso limoso
Vigna all’Agna, 1,2 ettari, impiantata nel 2000, 4000 piante per ettaro, produzione di 40 Hl/ettaro, esposta a sudest, terreno limoso franco argilloso
Vigna CassiaVetus, 1,4 ettari, impiantata nel 2010, 4000 piante per ettaro, produzione di 40 Hl/ettaro, esposta a sud, terreno argilloso limoso

BIOLOGICO E NATURALE

Il territorio è la nostra ricchezza e il nostro futuro, è ciò che prendiamo in affitto dai nostri figli.

E’ stato quindi naturale adottare l’agricoltura biologica, che per la difesa e la crescita delle piante ammette solo sostanze naturali e a bassissimo impatto ambientale.
Il nostro obiettivo è quello di assecondare la Natura, creare un suolo fertile, favorire lo sviluppo di un ambiente sano con un gran numero di varietà, senza assolutamente ricorrere a elaborati chimici, diserbanti o pesticidi chimici di sintesi.
Questo significa per esempio in vigna nessun trattamento di natura chimica, utilizzando invece in modo controllato tecniche tradizionali quali rame e zolfo.
Cerchiamo di equilibrare il terreno inserendo piantagioni che rilasciano sostanze organiche benefiche, come per esempio il favino che ha la peculiarità di produrre azoto, usufruendone fino a completo sviluppo grazie alla rimineralizzazione del terreno per la decomposizione della pianta stessa.

Oltre ai prodotti commercializzati, La Salceta produce qualche altra “ricchezza” per il fabbisogno familiare e per tutti coloro che vengono a farci visita.
Abbiamo sviluppato un orto familiare che segue i principi della permacultura, dove le erbe spontanee vengono valorizzate per l’importante ruolo ecologico che svolgono, mentre il suolo è sempre protetto da una copertura organica. I dolci profumi degli alberi da frutto intorno all’orto, attirano ogni tipo di insetto che favorisce l’impollinazione dei fiori e la trasformazione in frutti che possono essere raccolti e mangiati o usati per marmellate e dolci.
Le api, felici di questa situazione, producono dell’ottimo miele di acacia o millefiori secondo il momento della raccolta, e per gli inviti speciali riserviamo una bottiglia di Vin Santo o di Vendemmia Tardiva, accompagnati dai tipici cantucci.

Attraverso un’agricoltura naturale che permetta alla terra di rigenerarsi, noi stessi abbiamo scoperto un approccio diverso con la natura, imparando come nella sinergia si crea un ambiente migliore dove vivere in salute ed armonia.

PRODOTTI

Osato, Valdarno di Sopra DOC rosato, biologico
Un rosato di grande particolarita, ottenuto da uve raccolte nella seconda metà di agosto, che dopo una crio-macerazione di 24/36 ore, fanno una lunga fermentazione ad una temperatura controllata di 14 gradi.
Il nome scelto indica il rispetto e lo stato d’animo con cui ci siamo avvicinati alla produzione di questo vino!

Chianti Riserva DOCG, biologico
Un rosso di grande struttura e corpo, dove colpiscono i profumi e la freschezza, nonostante l’invecchiamento e una morbidezza particolare del Sangiovese. Risultato ottenuto grazie alle tecniche culturali e di vinificazione particolari.

La Nocetta, IGT Toscana Rosso, biologico
Un blend di vitigni eccezionali, come il Sangiovese e il Cabernet Franc, per un rosso di grande personalità.
Il nome deriva da un tipo di caccia, tipico del territorio, che si praticava nel boschetto di fronte alle nostre vigne.

Il Poggiolo, olio extra vergine d’oliva IGP biologico
Ottenuto soltanto dalle nostre olive, molite a freddo, ha tutti i colori ed i profumi della nostra montagna, il Pratomagno.

prodotti in vendita:shop La Salceta