Poggio La Luna, Elisabetta ci parla della sua filosofia e della produzione..

  Data: 30/09/2017     Autore: Vinum - Solo Produttori


"Io credo fermamente che il cibo e quindi anche il vino non debbano essere solo gustosi ma anche sani, la vera sfida in cucina così come in cantina è quella riuscire ad offrire al consumatore un prodotto buono, anzi ottimo dal punto di vista gustolfattivo, ma soprattutto non inquinato, e la cui produzione non abbia arrecato danni all’ecosistema.
Il mio obbiettivo? Produrre un vino “buono” anche con l’ambiente, un vino che non contenga residui di pesticidi (neanche quelli minimi ammessi dalle nostre leggi) ma che contenga solo l’uva da cui proviene. Uva cresciuta sulla pianta senza l’aiuto di concimi chimici, cosiddetti di sintesi, un frutto del territorio e delle stagioni che si sono succedute per dargli acqua e sole in dosi sufficienti perché la mano dell’uomo, e non una macchina, possa raccogliere i grappoli migliori. Il mio sogno è quello di riuscire a portare nel bicchiere solo ciò che le mie piante hanno trovato attraverso le radici nelle profondità di un terreno non inquinato ed attraverso le foglie nell’aria pulita, nella pioggia e nel calore del sole. E’ un sogno? Forse, ma noi a Poggio la Luna ci stiamo lavorando con impegno e passione."

Elisabetta Tommasoni

Altri articoli

TAGS

Elisabetta Tommasoni Poggio la Luna vino naturale segreti toscana vino fivi toscana alimentazione sana vivere biologico vino altà qualità