Italia e Francia, nasce la strada dei vitigni eroici..

  Data: 08/12/2017     Autore: Vinum Solo Produttori

SAINT-CHRISTOPHE (AOSTA) - Un itinerario turistico e culturale lungo i vitigni eroici di montagna unisce ora il Piemonte e la Valle d'Aosta con la Savoia francese: è l'idea del progetto 'Strada dei vigneti alpini', finanziato dal Programma Interreg Alcotra 2014-2020. L'iniziativa, presentata oggi a Saint-Christophe (Aosta), è promossa tra gli altri dalla Città metropolitana di Torino, che è la capofila, dalla Regione autonoma Valle d'Aosta e dal Conseil Savoie Mont Blanc. I comuni coinvolti sono Carema, Pomaretto per il Piemonte, Morgex, Donnas e Aymavilles per la Valle d'Aosta. Durante la fase attuativa "è previsto un forte coinvolgimento dei territori e dei comuni interessati", ha assicurato l'assessore all'agricoltura della Valle d'Aosta, Alessandro Nogara.

L'obiettivo è di valorizzare nuove rotte di scoperta enoturistica sui due versanti delle Alpi occidentali. Entro la primavera 2020 saranno realizzate ricerche, attività informative, formative e di sensibilizzazione e il rafforzamento dell'immagine della destinazione e del suo potenziale turistico.

Il budget complessivo è di 2,5 milioni di euro. "Questo è un utilizzo intelligente dei fondi europei che fanno sentire più vicina l'Europa", ha commentato il presidente della Regione Valle d'Aosta, Laurent Viérin. Saranno sperimentati nuovi prodotti turistici come weekend tranfrontalieri, visite e manifestazioni nei castelli e nei musei con degustazioni e trekking nei vigneti. "Nella nostra storia comune c'è il vino e la viticoltura e la combinazione di vino e storia diventano ora un'opportunità turistica", ha spiegato Dimitri De Vita, consigliere delegato allo sviluppo montano della Città metropolitana di Torino. "Il nostro impegno in campo agricolo è molto simile tra i due versanti e punta sulla qualità, sulla salvaguardia del paesaggio e sulla sinergia con il settore turistico", ha commentato Lionel Mithieux, vice presidente del Consiglio dipartimentale della Savoia.

Font.ANSA